Not so impress by The Body Shop

post BodyShop

The Body Shop. Era da tanto che non usavo un prodotto di questa marca. Quando abitavo a Milano andavo spesso nel negozio di via Torino ma negli ultimi anni se non sbaglio hanno chiuso tutti i negozi e per le italiane è rimasta solo la possibilità di comprare dallo shop online.

Mentre ero in vacanza mi sono fatta tentare e comprato alcune cosette, lo confesso, mi sono fatta convincere da tre cose:

1) la pubblicità

grazie al retargeting una volta visitato http://www.the-body-shop.it/it/  sei segnato: un banner con prodotti scontatissimi e coloratissimi ti seguirà ovunque (deformazione professione forse, ma io amo il retargeting, è cosi subdolo geniale e come vedere, efficace!)

2) le recensioni sui beauty blog

in particolare della linea struccante alla camomilla. Se quel prodotto miracoloso avesse contenuto un altro ingrediente come la canapa o lo zenzero non ci avrei prestato attenzione (I love my Bioderma) ma la “camomilla” è un’altra storia, era da provare!

3) i saldi e la spedizione gratuita

perché si sa che se si aspetta il week end o una festività (nel mio caso Ferragosto) qualche codice promo arriva 🙂

Ho preso alcuni prodotti da 3 linee diverse: pompelmo rosa, frutto della passione e camomilla. E come già ho “svelato” nel titolo non ne sono rimasta particolarmente impressionata. Vi dico perchè.

Camomile silk cleansing oil

volevo un prodotto skincare da massaggiare sulla pelle, da usare senza dischetto di cotone.
Spesso ho la sinusite e ho notato che fare dei massaggi nella zona delle occhiaie e dell’arcata sopracciliare abbinati ad uno sciacquo con acqua calda fa molto molto bene. Questo olio struccante prometteva di rimuovere anche il trucco waterproof, di essere delicatissimo sugli occhi e lasciare la pelle super idratata. Peccato! Perché io invece ho dovuto strofinare/massaggiare gli occhi per moltissimo tempo prima di riuscire a togliere il mascara e dopo aver risciacquato il viso ho avuto la vista appannata per un’ora e gli occhi arrossati per averli sfrucugliati troppo. In più, anche se la pelle dopo non era proprio secca, ho avuto subito la sensazione di dover correre a mettere la crema idratante. E poi scusate ma io non ho sentito proprio alcun profumo di camomilla. Proprio zero!

Pediluvio rivitalizzante alla menta piperita

appena si svita tappo del barattolo si viene investiti dalla menta piperita, decisamente un buon inizio! Speravo però che una volta messi i sali nell’acqua per il pediluvio si sprigionasse anche un effetto balsamico che nei prodotti dedicati alla cura dei piedi è un must. E poi il prodotto non si chiama forse “pediluvio rivitalizzante”? Insomma niente di miracoloso, nessun effetto wow, lo descriverei come un prodotto da tutti i giorni, da gestione ordinaria. Da consigliare? così così.

Crema mani al pompelmo rosa 30ml

La consistenza di questa crema per le mani è leggera, fornisce la giusta idratazione senza ungere e senza lasciare una fastidiosa patina sulla pelle (vi è mai capitato?). La fragranza è deliziosa, fresca e non nauseante e soprattutto il profumo non si altera nelle ore successive all’applicazione, svanisce gradualmente ma non degrada. Vorrei spendere poi due parole a proposito del packaging: la scelta del tubetto in plastica flessibile è perfetta e rende questo prodotto molto pratico da tenere in borsa perchè non ingombra, non pesa e il rischio che il tappo si apra accidentalmente e sporchi qualcosa è davvero minimo.

Dimenticavo di dirvi che nel pacco ho trovato a sorpresa anche alcuni campioncini prova di altri prodotti. Appena li ho visti in cima all’imballaggio in questi piccoli contenitori di plastica sono stata felicissima. In effetti ero indecisa se prendere anche un burro per il corpo e all’ultimo momento ho rinunciato per non spendere troppo. Vedendo questi campioni ho pensato “mi leggono nel pensiero!!!”. Ecco cosa ho provato:

siero per il viso (una bustina): bocciatissimo! dopo averlo messo sul viso ho aspettato un po’ prima di truccarmi e poi ho applicato il fondotinta come al solito, con le dita, ma ORRORE il siero si è staccato formando i rotolini bleaaahhh

bagnoschiuma al muschio bianco (un piccolo pot): mille anni fa qualcuno me l’aveva regalato per natale, purtroppo non è la fragranza che fa per me! (come il miele, la vaniglia, il cocco ecc…)

3 burri per il corpo al mango, olio di oliva e fragola (un piccolo pot ciascuno): tutte creme iperdense, dalla consistenza di un burro appunto, profumazioni persistenti e deliziose tranne quello alla fragola che dopo qualche giorno ha cambiato odore ed è diventato nauseabondo, purtroppo ho dovuto buttarlo. forse è stata colpa del contenitore che non chiudendosi bene ha fatto entrare dell’aria che ha poi ossidato la crema. non saprei…

Questa volta è andata così, non sempre ci si indovina. Non mi ritengo del tutto insoddisfatta dai prodotti che ho provato, solo un pochino delusa forse perchè le mie aspettative erano troppo alte.
Un bacione e alla prossima avventura!

english version (1)

The Body Shop. It was a long time since I used a product from this brand. When I lived in Milan I often visited the shop in Via Torino but some years ago they have closed all the shops and only online shop remains.

While I was on vacation I got tempted and bought a few things, I confess, I got convinced by three things:

1) advertising

thanks to retargeting once you visit http://www.the-body-shop.it/it/ you are marked: a banner with colorful and discounted products will follow you everywhere (maybe it’s because of my job in social media and digital advertising, but I simply love retargeting is so sneaky genius and as you can see, effective!)

2) reviews on beauty blogs

especially for the eye remover with chamomile. If that miracle product had contained another ingredient such as hemp or ginger I would not have paid attention (I love my Bioderma) but “chamomile” is another story, had to try!

3) discount and free shipping

because you know that if you wait for the weekend or an holiday (in my case Ferragosto, august 15th) some promo code arrives 🙂

I picked up some products from 3 different lines: pink grapefruit, passion fruit and chamomile. And as I have already “revealed” in the title I’m not particularly impressed. Let me tell you why:

Camomile silk cleansing oil

I wanted a skincare product to used without a cotton pad, something I can massage on the skin. I often suffer of sinusitis and I noticed that massage the under eye area and eyebrow arch combined with a rinse with warm water has a very very good effect. This oil cleanser promised to remove even waterproof make-up, to be delicate on the eyes and leave your skin super hydrated. Too bad! Because while I have had to rub / massage your eyes for a very long time before being able to remove the mascara and after rinsing the face I had blurred vision and bloodshot eyes for an hour. In addition, even if the skin was not really dry, I immediately had the urgency to run moisturizer. And sorry but I haven’t heard any scent of chamomile. Just zero!

Footbath revitalizing peppermint

Unscrew the jar cap and you will be hit by peppermint, definitely a good start! I was hoping, however, that once put the salts in the footbath it would release a soothing effect, it’s a must for any footcare products. And isn’t the product called “invigorating foot bath”? Nothing short of miraculous, no wow effect, I would describe it as an every day product, an ordinary one. Recommended? so-so.

Hand cream 30ml pink grapefruit

The texture of this hand cream is light, provides the right moisture and grease without leaving a nasty film on the skin (do somebody experienced it?). The fragrance is delicious, fresh and not cloying and especially the scent does not change after application, it fades gradually but not degrades. I would then spend two words about the packaging: the choice of flexible plastic tubing is perfect and makes this product very handy to keep in your purse because it is not too big, and does not weigh much, and the risk that the cap opens accidentally is really minimal.

I almost forgot to tell you that I’ve found a surprise in the package as well as some test samples of other products. As soon as I saw them at the top of the packaging in those small plastic containers I was happy. In fact when placing the order I was undecided whether to take a body butter or not and gave up at the last moment. After seeing these samples I thought “Body Shop can read my thoughts!!!”. Here’s what I tried:

Serum for the face: a solid NO! after you put it on my face I waited for a while to let it dry before wearing makeup, then I applied my liquid foundation, with fingers, but HORROR serum started forming little rolls on my fingers bleaaahhh

White musk shower gel (a small pot): a thousand years ago someone had given me this for Christmas, unfortunately it is not the fragrance that suits me! (such as honey, vanilla, coconut, etc… I hate them sorry)

3 body butters in mango, olive oil and strawberry (a small pot each): all creams are hyperdense, with a butter consistency of course, scents are persistent and delicious except for the strawberry one: after a few days he changed and the smell became nauseating, unfortunately I had to throw it. Maybe the little pot is not closing well and the air that entered then oxidized the cream. I don’t know…

I don’t feel dissatisfied at all with the products I’ve tried, maybe just a little bit disappointed because my expectations were too high. This happens everyday in the live of a #bblogger right? 😉

campioni body shop

SPERY_DIAMOND_ICON 100x100

next page

What to wear in summer when it’s cold like winter

post cold summer 2014

Io compio gli anni a Settembre e ogni anno mi regalo una sciarpa per la nuova stagione, di solito devo aspettare qualche settimana prima di poter mettere la mia sciarpa nuova perchè fa ancora troppo caldo e sarei ridicola ad andare in giro con la sciarpa di lana e le maniche corte. Manca meno di un mese al mio compleanno e la nuova sciarpa del 2014 l’ho già messa.

E’ un’estate veramente anomala questa, l’abbiamo praticamente saltata per passare in automatico all’autunno. Oltre a sballarmi l’umore, questa schizofrenia metereologica ha molti altri svantaggi.

Oggi è il 20 Agosto e ho un grosso dubbio su come vestirmi:

– come se fossimo in estate

ma indossando qualche strato in più per coprirsi dal freddo anomalo.

es: scarpe aperte, foulard, magliette color corallo, blazer di lino

– come se fossimo già in autunno

adottando colori, texture e tessuti dei nuovi trend dei prossimi mesi.

es: sciarpona, scarpe chiuse, cardigan nero, parka

Decidere cosa mettersi è un’agonia… vorrei fare shopping tutti i giorni per rimediare a questa indecisione 😉

Segui la bacheca Winter in Summer di Inga Beretta su Pinterest.

english version (1)

My birthday falls on September 14th and every year I buy myself a scarf from the new F/W collections.

I usually have to wait a few weeks before being able to put on my new scarf because it’s still too hot and I would be ridiculous to go around with a wool scarf and short sleeves. But this year it’s different, I’ve already wore my new scarf now in august without waiting for my birthday.

This is a really unusual summer, we practically skipped the season to switch automatically into fall. Other than affecting my mood this schizophrenic weather has many other disadvantages.

Today is August 20 and I have a big doubt about how to dress:

– As if we were in summer

but wearing a few more layers to cover from the unusual cold.

eg: open shoes, scarves, T-shirts coral-colored, linen blazer, light cardigan

– As if we already were in autumn

adopting colors, textures and fabrics of the new trend of the coming months.

eg: big scarf, closed shoes, black cardigan, cobalt blu dresses, parka

Deciding what to wear is a pain… I would go shopping every day to resolve this indecision 😉

Segui la bacheca Winter in Summer di Inga Beretta su Pinterest.

next page

Silicone liner brush by Real Techniques


post silicon liner brush

 

A qualche settimana di distanza posso dire che gli acquisti make up che ho fatto a Londra si sono rivelati delle ottime scelte.

Ai primi posti, dopo i già citati rossetti liquidi mat Bourjois Rouge Edition, c’è un pennello con la punta in silicone della linea Real Techniques. Il nome preciso è “Silicon liner brush by Real Techniques” e sul sito, oltre ad acquistarlo, potete trovare anche un video tutorial che mostra come utilizzarlo al meglio.

Di questa marca ho già i pennelli principali per il viso e per gli occhi e pensavo che non me ne servissero altri.

Sbagliato!

Girando su e giù per le corsie di Superdrugs ho scoperto che mi mancava il pennello per l’eyeliner con la punta in silicone. Ne ignoravo semplicemente l’esistenza. L’idea di poter finalmente risolvere la scocciatura di dover lavare tutti i giorni il pennello o di consumare una salviettina al giorno per togliere il residuo di eyeliner dalle setole è elettrizzante! Con la punta in silicone basta un semplice fazzolettino di carta e il pennello è pulito, rinnovato, pronto per un nuovo flick 😉

Questo ho pensato, in una frazione di secondo,quando ho visto il pennello Real Techniques sullo scaffale. E mi sono convinta a portarlo alla cassa e poi a casina!

Real Techniques silicone liner brush: test in corso

Messo alla prova dei fatti devo dire che è un buon prodotto. Uno di quelli pratici, che punta a facilitarti la vita, non so, come gli ombretti cremosi a lunghissima tenuta che non devi neanche sfumare ma stendi banalmente con un dito, in mezzo secondo per occhio. Questo pennello in silicone non perderà mai i peli, non farà mai una riga troppo grossa e proprio come pensavo prima di comprarlo, non ti farà sprecare litri di struccante per lavarlo proprio perchè non “assorbe” l’eyeliner come fanno i pennelli con le setole.

Dunque tirare la riga, soprattutto se sottile, è molto facile. Io l’ho provato subito con l’unico eyeliner in crema che avevo, della Sleek, che è un po’ “duretto” e secondo me è stato a causa sua se ci ho messo del tempo a disegnare una riga precisa e intensa. Qualche giorno dopo ho comprato un altro eyeliner questa volta di Pupa (il Gel liner Vamp! limited edition in blu numero 004) che essendo nuovo è sicuramente più fluido e infatti la riga è scivolata via in un attimo.

A trucco finito, sull’occhio la differenza tra una riga fatta con un pennello classico e uno in silicone non credo si distinguerebbe (però potrei provare!). La resa è identica, ma il pennello in silicone velocizza i tempi, fa risparmiare tempo ed elimina alcune scocciature, insomma si rivela più pratico. Anche in viaggio direi che potrebbe essere più intelligente portarsi questo pennello piuttosto che il classico a punta obliqua.

Qui qualche dettaglio in più del Silicone Liner Brush by Real Techniques. Si capisce che l’eyeliner Sleek si è un po’ impastato eh?

real tecniques silicon liner brush 01

 

Dove trovarlo

Il prezzo è di 6£ sul sito ufficiale e potete trovarlo ad esempio anche su questi store online:

Lookfantastic: 7.72€ – spese di spedizione 0 (con 10% di sconto per il primo acquisto)

Beauty Expert: 7.75€ – spese di spedizione 0 (con 10% di sconto per il primo acquisto con codice BENOV)

Feelunique: 7.79€ – spese zero se spendi più di 15€

(prezzi rilevati il 04/05/2014, potrebbero essere cambiati mentre leggi)

Real Techniques Silicone liner brush

Real Techniques Silicone liner brush

 

next page

Back from London – shopping review

Tanto tempo per preparare la valigia e sei già tornata? Si, il viaggio a Londra è durato un lampo, si potrebbe misurare in ore piuttosto che in giorni, del resto la città è cara e in più le ferie scarseggiano. Ma tornarci vale sempre la pena, anche se si tratta di una toccata e fuga.

Io sono partita da Torino e la mia amica da Bologna. Ormai siamo diventate grandi e possiamo tranquillamente volare da sole e darci appuntamento all’aeroporto di London Stansted.

Non sono una viaggiatrice abituale, neanche per lavoro, ma più di una volta mi è capitato di andare all’estero da sola e di fare addirittura una vacanza a Parigi da eremita. Essere capaci di cavarsela, arrangiarsi e anche divertirsi da soli secondo me è una gran cosa.

Avendo così poco tempo a disposizione abbiamo deciso fin da subito di evitare luoghi turistici (che implicano code per biglietti ecc…) e di dedicarci direttamente a passeggiare per la città e allo shopping! –> ecco perchè era fondamentale ottimizzare lo spazio in valigia, per lasciare spazio ai nuovi acquisti 😉

Shopping mancato

Siamo partite con le migliori intenzioni ma alla fine siamo tornate con poche cose. Di chi è la colpa?

1. di chi allestisce i negozi

faccio l’esempio di TopShop. E’ impossibile decidere cosa acquistare in mezzo ad una scelta così ampia. E intendo dire che è letteralmente impossibile. Il cervello va in sovraccarico cognitivo e *blip* si spegne. Non si sa più dove girarsi, si vaga da uno stand all’altro, da un accessorio all’altro volteggiando. Come si fa a scegliere una maglietta bianca tra mille magliette bianche simili? *blip* non si sceglie infatti, si esce dal negozio.

2. dell’efficienza degli e-commerce

nell’indecisione tra prendere o no queste scarpe o quel jeans la risposta è facile da dare: “ma si tanto al massimo lo compro online con le spese di spedizione gratuite!”. questa tra l’altro è una scelta suggerita anche nei negozi stessi dove ho visto in più di un caso delle postazioni da cui era possibile connettersi al sito per comprare o solo per confrontare meglio il catalogo. E’ più semplice farlo online no?

Uno dei momenti shopping più divertente è stato da New Look al piano dedicato alle scarpe. Forse abbiamo beccato un orario fortunato ma il negozio era semivuoto per cui ci siamo divertite a provare tutti i tipi di scarpe esistenti.

Per primo questo sandalo rosa cipria di New Look con le perline

Post sandali rosa

Carino! Forse troppo bon ton? Sicuramente è un modello femminile e portabile che valorizza il piede e si può sfruttare in mille occasioni.

Ma vogliamo mettere la soddisfazione di sgambettare in centro indossando questi gioiellini con carro armato bianco?

Post sandali orrendi

Belli eh? molto fini ed eleganti direi 😀
Purtroppo essendo scarpe low cost la qualità era altrettando low e non erano affatto comode.

Però se proprio vi piacciono e rappresentano il vostro stile, eccole qua, costano solo 22,50€ in saldo.

Dopo aver provato mille sandaletti e taccazzi come questi e sollecitata soprattutto dall’entità delle vesciche che mi sono spuntate dopo solo 1 giorno di scarpinate folli, ho finito per comprare un paio di slip on blu stile vans. Very confy. Stop, tutto qui!

Lato beauty invece mi sono sfogata (sto infatti pensando di aggregarmi al #nobuyjuly dopo l’euforia londinese) qui vedete una parte delle cosine che mi sono concessa, magari ne parleremo meglio nei prossimi post!

spery london shopping make up

next page

Dove comprare con free shipping

Comprare con free shipping

 

Dopo aver pubblicato il post sui costi e sui tempi di spedizione dei principali siti di make up e di skincare ho pensato che in fondo poteva essere più interessante sapere direttamente quali sono i negozi che offrono le spese di spedizione gratuite.

Sicuramente è un servizio che fa la differenza. Anche io mi sono trovata molto spesso a “concedermi” un acquisto solo perché il sito su cui mi trovavo riportava l’adorata etichetta “free shipping”. Che sia una promozione temporanea (come spesso fa Yoox) oppure un servizio fisso, non dover spendere niente di più per ricevere i propri acquisti è forse la prima cosa che si apprezza di un e-commerce.

Comincerò con questa piccola lista ma vorrei aggiornarla il più possibile, per cui se manca qualche negozio fondamentale perfavore segnalatemelo nei commenti, sarà utile per tutti quelli che passeranno di qui.

Siti con Free shipping

SITO

STANDARD SHIPPING

Feelunique free (da 5 a 10gg)
Asos free (5gg circa)
Sleek make up free (da 4 a 10gg)
LookFantastic free (da 5 a 8gg)
Love Lula free (da 5 a 10gg)
Beauty Expert free (da 5 a 8gg)
BeautyBay free o 4,80€ con tracking (da 5 a 7gg)
TopShop 6€ o free con spesa minima 75€ (7gg)
Radical Skincare free (da 5 a 10gg circa)

 

Piccola nota: Tutte le informazioni contenute in questa tabella sono state ricavate dalla sottoscritta semplicemente navigando sui siti riportati al momento della pubblicazione del post. I tempi e i costi potrebbero aver subito delle variazioni nel frattempo, verifica sempre prima di acquistare se il sito offre la spedizione gratuita verso l’Italia.

next page