Silicone liner brush by Real Techniques


post silicon liner brush

 

A qualche settimana di distanza posso dire che gli acquisti make up che ho fatto a Londra si sono rivelati delle ottime scelte.

Ai primi posti, dopo i già citati rossetti liquidi mat Bourjois Rouge Edition, c’è un pennello con la punta in silicone della linea Real Techniques. Il nome preciso è “Silicon liner brush by Real Techniques” e sul sito, oltre ad acquistarlo, potete trovare anche un video tutorial che mostra come utilizzarlo al meglio.

Di questa marca ho già i pennelli principali per il viso e per gli occhi e pensavo che non me ne servissero altri.

Sbagliato!

Girando su e giù per le corsie di Superdrugs ho scoperto che mi mancava il pennello per l’eyeliner con la punta in silicone. Ne ignoravo semplicemente l’esistenza. L’idea di poter finalmente risolvere la scocciatura di dover lavare tutti i giorni il pennello o di consumare una salviettina al giorno per togliere il residuo di eyeliner dalle setole è elettrizzante! Con la punta in silicone basta un semplice fazzolettino di carta e il pennello è pulito, rinnovato, pronto per un nuovo flick 😉

Questo ho pensato, in una frazione di secondo,quando ho visto il pennello Real Techniques sullo scaffale. E mi sono convinta a portarlo alla cassa e poi a casina!

Real Techniques silicone liner brush: test in corso

Messo alla prova dei fatti devo dire che è un buon prodotto. Uno di quelli pratici, che punta a facilitarti la vita, non so, come gli ombretti cremosi a lunghissima tenuta che non devi neanche sfumare ma stendi banalmente con un dito, in mezzo secondo per occhio. Questo pennello in silicone non perderà mai i peli, non farà mai una riga troppo grossa e proprio come pensavo prima di comprarlo, non ti farà sprecare litri di struccante per lavarlo proprio perchè non “assorbe” l’eyeliner come fanno i pennelli con le setole.

Dunque tirare la riga, soprattutto se sottile, è molto facile. Io l’ho provato subito con l’unico eyeliner in crema che avevo, della Sleek, che è un po’ “duretto” e secondo me è stato a causa sua se ci ho messo del tempo a disegnare una riga precisa e intensa. Qualche giorno dopo ho comprato un altro eyeliner questa volta di Pupa (il Gel liner Vamp! limited edition in blu numero 004) che essendo nuovo è sicuramente più fluido e infatti la riga è scivolata via in un attimo.

A trucco finito, sull’occhio la differenza tra una riga fatta con un pennello classico e uno in silicone non credo si distinguerebbe (però potrei provare!). La resa è identica, ma il pennello in silicone velocizza i tempi, fa risparmiare tempo ed elimina alcune scocciature, insomma si rivela più pratico. Anche in viaggio direi che potrebbe essere più intelligente portarsi questo pennello piuttosto che il classico a punta obliqua.

Qui qualche dettaglio in più del Silicone Liner Brush by Real Techniques. Si capisce che l’eyeliner Sleek si è un po’ impastato eh?

real tecniques silicon liner brush 01

 

Dove trovarlo

Il prezzo è di 6£ sul sito ufficiale e potete trovarlo ad esempio anche su questi store online:

Lookfantastic: 7.72€ – spese di spedizione 0 (con 10% di sconto per il primo acquisto)

Beauty Expert: 7.75€ – spese di spedizione 0 (con 10% di sconto per il primo acquisto con codice BENOV)

Feelunique: 7.79€ – spese zero se spendi più di 15€

(prezzi rilevati il 04/05/2014, potrebbero essere cambiati mentre leggi)

Real Techniques Silicone liner brush

Real Techniques Silicone liner brush

 

next page

My collection of Rouge Edition Velvet lipsticks by Bourjois

Bourjois Rouge Edition Velvet

Bourjois Rouge Edition Velvet

 

Diciamo che i miei potenti mezzi fotografici non sono riusciti a riportare fedelmente le tonalità dei 3 rossetti liquidi. Nessuno ci somiglia, ma almeno i nomi si leggono bene! Di seguito riporterò quindi delle immagini prese dal sito Bourjois, molto più affidabile di me.

Se in tutta la blogosfera mondiale non c’è una blogger che ne parli male un motivo ci sarà:  questi rossetti liquidi con finish mat sono praticamente perfetti. Dopo averne tanto sentito parlare sono passata all’azione e dopo poche ore che ero a Londra ne ho comprati un paio. In effetti li ho amati all’istante (oh sono una #bblogger anche io allora?).

Semplici motivi per cui li adoro:

– sono leggerissimi sulle labbra

si mettono e non ci si fa più caso

– non hanno un sapore strano

cosa che spesso i rossetti mat hanno

– il colore dura tutto il giorno

io lo metto alle 7 del mattino e alle 7 di sera quando torno a casa è ancora tutto lì, solo nella parte centrale e interna delle labbra si vede che è sbiadito.

– non sbavano

perchè dopo pochi secondi dall’applicazione si ‘asciugano’ e anche al tatto risulta asciutto non liquido nè appiccicoso

– NON SECCANO LE LABBRA!

Io ancora faccio fatica a credere che dopo aver messo il rossetto per una settimana non mi si siano screpolate le labbra neanche un po’. Ma mi arrendo all’evidenza! I primi giorni ero – ammetto – così esaltata che ho pensato “non ho più bisogno di comprare nessun altro rossetto nella mia vita, mi basta avere tutti i colori di questa linea e sarò a posto per sempre”.

Ho cominciato comprandone tre, quelli della foto in alto. In tutto la collezione ne prevede 8, ma ne arriverà un’altro in tonalità nude per natale.

Cominciamo dal primo da sinistra: Frambourjoise, primo ovviamente perchè è il mio preferito. E’ un rosso con una punta di magenta che lo rende interessante e moderno.

Rouge edition velvet in Frambourjoise by Bourjois

Rouge edition velvet in Frambourjoise by Bourjois

 

Al secondo posto una tonalità leggermente più aranciata: Peach Club. Non è molto più chiaro del primo anche se dalla foto potrebbe sembrare, è più portabile comunque. Ho convinto la mia amica Chiara a comprarlo e sta benissimo sulla sua carnagione chiara e i capelli rossi.

Rouge edition velvet in Peach Club by Bourjois

Rouge edition velvet in Peach Club by Bourjois

 

E all’ultimo posto, principalmente perchè è l’ultimo acquisto in ordine cronologico che ho fatto e ancora non ho avuto l’occasione di indossarlo spesso è: Gran Cru. Un classico color vinaccia sui toni del rosso-marrone (non tende troppo al viola, per capirsi). E’ il colore di rossetto che si vede praticamente tutti gli anni nelle collezioni autunno\inverno.

Rouge edition velvet in Grand Cru by Bourjois

Rouge edition velvet in Grand Cru by Bourjois

 

Il modo più semplice per costruire la propria collezione di rossetti Rouge Edition Velvet di Bourjois è comprarli su Asos. Spedizione veloce e tracciata, gratuita per spese oltre i 15€. Oppure si può prendere un volo per la Francia o l’Inghilterra, visto che nei negozi in Italia questo marchio non si trova più.

Che tonalità vi piace di più?

 

next page

Nuovo bellissimo specchio IKEA

Specchio IKEA PS 2014

Specchio IKEA PS 2014

 

Mentre ero a Londra le fatine dell’arredamento hanno posato sul mio tavolino un nuovo oggetto adorabile.

Si tratta dello specchio da tavolo bianco e betulla della collezione IKEA PS 2014 ideato dalla designer Ebba Strandmark.

E’ alto 48 cm e ha 4 “rami” a cui poter appendere braccialetti, collane, anelli e – nel mio caso – elastici per i capelli. La base è molto pesante e sembra quasi di ceramica opaca, è perfetta per raccogliere e tenere in ordine tutti quegli oggettini che di solito si sparpargliano da soli in giro per casa come le mollettine e i campioncini di profumo. E poi avendo il bordo leggermente rialzato è in grado anche di contenere le mie palline glitterine, che così finalmente possono stare in bella mostra sul tavolo ed essere sempre a portata di mano.

Per quanto riguarda la specchio vero e proprio direi che non c’è molto a da raccontare, se non che l’inclinazione è regolabile da un’apposita vite ed è della dimensione giusta per “inquadrare” alla perfezione il viso, chioma compresa.

Credo che se non l’avessi visto nella foto di una blogger (quale? non trovo più il link!) non l’avrei proprio degnato di uno sguardo. Nel catalogo IKEA sembra molto più anonimo e piccolo rispetto alla realtà e infatti solo vedendolo in un ambiente reale e simile a quello della mia stanza ho cominciato a pensare che fosse un bell’oggetto. Inizialmente mi spaventava l’altezza, perchè pensavo che squilibrasse troppo e soprattutto rendesse scomodo aprire e chiudere la finestra. In parte avevo ragione, per quanto riguarda la finestra, ma per il resto è un 10 pieno, acquisto felicissimo!

Che ne dite, vi piace il mio specchio IKEA?

next page

Non indovinerai mai il mio metodo per mettere l’eyeliner

Trucco Dior da una sfilata di un paio di anni fa

 

Per ottenere un cat eye naturale e facile da replicare tutti i giorni ne ho provate di tutti i colori. Qualche esempio? Il metodo del cucchiaino, dello scotch, della triangolazione occhio-naso-sopracciglia. Il metodo unisci-i-puntini e la recente variante unisci-i-trattini (a cui si ispira il nuovo eye liner They’re Real di Benefit). Nemmeno i santi consigli di Lisa Eldridge o di Charlotte Tillbury o dell’espertissima Alexa Chung con i suoi eye liner Eyeko mi hanno cambiato la vita. Anche se seguo i passaggi alla lettera, il risultato è un disastro.

Il mio problema non è avere la mano ferma o la pazienza, è riuscire a disegnare due righe che vadano più o meno nella stessa direzione avendo la palpebra leggermente cadente (grazie cara gravità!).  Non faccio spesso il cat eye perchè sono pigra, ma quando mi sento in vena oppure ho un po’ più di tempo, seguo questo metodo scoperto non su una rivista, non su un blog, non su Instagram bensì davanti al mio specchio da completa autodidatta. Semplice, veloce ed efficace. E’ questo che tutte cercano no?

COME DISEGNARE IL FAMIGERATO ‘FLICK’ SENZA IMPAZZIRCI TROPPO:

 Step 1: piega le ciglia e metti chili di mascara soprattutto sulle ciglia all’angolo esterno dell’occhio

Si… è un processo al contrario! Mettere subito il mascara serve a definire meglio la forma dell’occhio e i punti da valorizzare

mascara e piegaciglia

Step 2: con il tuo eyeliner preferito disegna una riga sottile lungo tutta la palpebra

Per un effetto ancora più naturale magari ci si può fermare a metà della palpebra soprattutto se la riga è fatta con una matita sfumabile. farlo con l’eyeliner a pennarello mi farebbe un po’ paura.

Step 3: segui “l’ombra” delle ciglia esterne per ottenere un flick super-naturale

Basta ricalcare il profilo delle ciglia esterne e accentuarlo leggermente verso l’esterno per ingrandire e addolcire l’occhio.

spery_cat-eye

Lo so è troppo semplice per essere vero ma vi assicuro che funziona 😉

 

 

eyeliner
next page

Pacco ASOS arrivato! Acquisti ok e KO

yes to grapefruit, nip+fab, bourjois, anatomicals

yes to grapefruit, nip+fab, bourjois, anatomicals

 

E grazie alla Spedizione Express il pacco asos è già arrivato! Era partito in una piovosa domenica mattina ed è già qui 😀

Chi mi segue su Instagram avrà visto la faccia gongolante che avevo appena è arrivato il pacco, eh eh. Che vi devo dire è più forte di me, mi mette felicità aprire i regali e le scatole.

Arrivata a casa ho dato un’occhiata veloce ai prodotti acquistati (per la lista completa, i link ecc… vi rimando al post già fatto, inutile ripetersi), per cui questa non è una review ma una prima impressione a caldo.

Bourjois

mascara 1 Second, a meno che non coli e non si spatasci completamente penso che potrebbe diventare il mio mascara preferito (dopo l’Inimitable Intense di Chanel però). Fondotinta Healthy mix nel colore Bronze, resistente, profumato e.. mi costringerà a prendere ancora un po’ di sole in viso per poterlo mettere 🙂 . Ombretto cremoso, bellissimo sul braccio, è proprio il rosa champagne che stavo cercando, ora speriamo che sia anche – veramente – a lunga tenuta.

bourjois cream eye shadow in rose petale

bourjois cream eye shadow in rose petale

poi abbiamo i prodotti skincare:

Nip+Fab, scrub viso con acido glicolico

profumo eccezionale al pompelmo! provato subito e subito promosso. Addirittura ho costretto il fidanzato a farsi lo scrub con questo prodotto: risultati eccezionali anche su di lui (che si è lamentato meno del solito).

Yes to grapefruit, fluido idratante

DE-LU-SIO-NE. Sa di pompelmo andato a male!!
Un odore fastidioso, sicuramente non piacevole come quello dello scrub Nip+Fab, e totalmente inadeguato secondo me per una crema viso. Di per sè il fluido è anche efficace perchè leggero non unto non pesante.

Le maschere in tessuto di Anatomicals

1 al tea tree purificante, ma avendo fatto lo scrub ho pensato di evitarla, e 1 invece è super idratante e l’ho conservata per stasera. Domani pomeriggio devo andare al matrimonio della mia amica Dora e vorrei essere presentabile!

Bilancio complessivo: POSITIVO!

Asos è sempre una garanzia 🙂

 

 

Follow on Bloglovin

asos
next page